Interventi

Programma della giornata.
Nella mattinata, dopo il benvenuto, sono previsti alcuni interventi che illustreranno esperienze e riflessioni sulle diverse tematiche. Seguiranno discussioni di gruppo per approfondire alcuni argomenti con l’obiettivo individuare indirizzi, progetti, percorsi e ulteriori opportunità di approfondimento.
A fine giornata un momento riassuntivo sugli incontri di gruppo e sull’iniziativa.

Consultate questa pagina perché potranno esserci variazioni.

ore 10: Intervento di Benvenuto
Elena Rapisardi, Web Content Strategist, Unito-NatRisk

A seguire

Pier Vittorio Buffa, Finegil-Espresso, direttore redazione web della Finegil
Tema: Crowdmap
Titolo Intervento: I giornali locali dell’Espresso e la piattaforma Ushaidi
Diversi giornali del nostro gruppo stanno utilizzando Crowd map, vorrei farne un bilancio sintetico.

Maurizio Napolitano, FBK – Fondazione Bruno Kessler (il centro di ricerca della Provincia Autonoma di Trento)
Tema: Geolocation & Mapping | Citizens as Sensors
Titolo Intervento: OpenStreetMap e il gruppo HOT – Humanitarian OSM Team
OpenStreetMap – il wiki dei dati geografici rappresenta un ottimo esempio di partecipazione della creazione dell’informazione geografica con diversi casi di successo sia sul fronte della società civile che in quello degli aiuti umanitari. L’intervento illustrerà il progetto, l’attività del gruppo HOT – Humanitarian OSM Team, gli strumenti necessari per interagire con i dati di OpenStreetMap ed un confronto con Google maps.

Massimo Lanfranco, Università di Torino, “Dottorato di ricerca in gestione delle crisi presso la Scuola di Dottorato in Scienze Strategiche dell’Università di Torino, Funzionario tecnico (geologo) della Regione Piemopnte e della Provincia di Savona.”
Tema: Previsione, allerta, allarme
Titolo intervento: Informare e comunicare durante i disastri: lezioni da apprendere o maledizioni da evitare?
La comunicazione istituzionale si dimostra sempre più lontana dalle necessità di urgenza e penetrazione richieste dai cittadini. L’uso dei social network, della cartografia citizen based, delle tv e radio locali, ha dimostrato durante i recenti eventi alluvionali in Liguria e Toscana di essere un elemento importante per diffondere le informazioni: ma l’allerta a chi compete? Chi può o deve garantire la correttezza delle informazioni sul web?

Marco Lobietti, Nowhere
Area Tematica: Oltre i Social Media 
Titolo Intervento: IT case studies per emergenza
Applicazioni web per 118 Bologna Soccorso: comunicazione, formazione, accesso e analisi di flussi dati. Alcuni di questi progetti sono prototipi che il 118 ci ha chiesto di realizzare per poter essere adottati da gruppi di lavoro specifici in via sperimentale, o per finalità di formazione, con lo scopo di costruire sistemi differenti da poter adottare in base a necessità specifiche. Molte delle applicazioni riguardano la visualizzazione di dati ed informazioni che devono essere disponibili a chi opera in caso di emergenza, anche i situazioni e contesti particolarmente difficili (grandi opere e infrastrutture, elicotteri del soccorso); sistemi di comunicazione alternativi da poter adottare in caso di situazioni eccezionali.

Barbara Barsanti, http://it.linkedin.com/in/bbarsanti
Tema: Previsione allerta e allarme
Titolo intervento: Meteo 2.0: la sottile linea della previsione
Durante le ultime emergenze meteorologiche che hanno visto coinvolto la Toscana e la Liguria si è evidenziato il diverso modo di comunicare le informazioni sull’evoluzione della situazione meteorologica. Durante una qualsivoglia emergenza conoscere le condizioni meteo è un requisito essenziale per pianificare le operazioni di soccorso e di intervento o, nel caso, come nelle recenti emergenze di tipo idrogeologico per allertare il sistema di protezione civile, e nel sistema ricordiamolo è compresa anche la popolazione. Da qui l’ osservazione di come gli enti preposti a divulgare queste notizie assumano diversi comportamenti e di come le nuove tecnologie vengano usate o ignorate.

Maurizio Blasilli e Dunja Dujanovic, World Food Programme
Tema: Previsione, allerta e allarme
Titolo: La gestione delle emergenze nel WFP: monitoraggio, allerta e organizzazione delle operazioni
Come vengono gestite le informazioni durante le situazioni di emergenza al World Food Programme: dal monitoraggio all’intervento, i passi necessari che vengono seguiti giornalmente e durante le crisi per posizionare al meglio l’organizzazione e per intervenire nel minor tempo possibile.
Twitter: http://www.twitter.com/hewsweb

2 thoughts on “Interventi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...